cosa vedere a San Ferdinando di Puglia

San Ferdinando di Puglia, che fino al 1862 era chiamata soltanto San Ferdinando, è una splendida cittadina della provincia di Barletta – Andria – Trani. Fino al 2004 faceva riferimento alla provincia di Foggia.

Si tratta di un Comune italiano che ha poco più di 13mila abitanti e che è particolarmente conosciuto per il turismo di tipo estivo legato al suo litorale e al mare dalle acque limpide. A pochi passi da San Ferdinando, infatti, si trova Margherita di Savoia famosa per le sue terme e la sua sabbia scura.

Oggi vedremo assieme cosa vedere a San Ferdinando di Puglia, una meta forse poco conosciuta, ma che ha senza dubbio molto da offrire al visitatore che intende spingersi fino a questa località pugliese.

Indice dei contenuti

  • La storia

La storia

Questa centro è stato fondato da Ferdinando II di Borbone proprio a sinistra del fiume Ofanto, su una piccola collina che offre un panorama meraviglioso.

Ferdinando II svolse un viaggio ufficiale in questa zona nel 1831 ed il monarca ebbe l’idea, per risollevare alcuni problemi economici e sociali della zona, di fondare una nuova colonia agricola.

8 anni dopo il viaggio fu presentato il progetto che prevedeva l’insediamento di almeno 50 famiglie provenienti dalle saline di Barletta, ovvero l’attuale Margherita di Savoia.

Fu solo nel 1847 che il progetto divenne realtà concreta con la fondazione della colonia agricola, ed un anno dopo, nel 1848, prese il nome di San Ferdinando in onore del re santo Ferdinando III di Castiglia e Leon.

Le piccole cittadine italiane possono non avere attrazioni da prima pagina, ma in esse si respira sempre un’aria particolarmente ricca di atmosfere e sensazioni.

San Ferdinando di Puglia non fa eccezione in questo senso: in tutto il centro si respira un’aria sospesa, quasi trattenuta, di rara bellezza che accompagna ogni passo.

Sono molti i luoghi di interesse che meritano senz’altro una visita e qui di seguito proviamo ad elencarne buona parte, sperando di riuscire nell’impresa.

La Torre dell’Orologio

Questa torre a pianta ottagonale va a fronteggiare la Chiesa Madre dell’abitato e risale al Novecento. Tradizionalmente su di essa era installata una sirena meccanica che annunciava lo scoccare delle otto del mattino e del mezzogiorno, quotidianamente.

Da quando sono iniziati i lavori di ristrutturazione della piazza della Costituzione, di fronte alla torre, la sirena è stata soppressa e poi sostituita da un’altra molto meno potente.

La sirena rimasta in funzione fino al 2012 aveva infatti una potenza tale da essere udita nelle campagne anche a diversi chilometri di distanza.

Il Museo Civico di San Ferdinando

Posizionato al centro dell’elegantissima piazza Giovanni Paolo II, in un bellissimo palazzo della prima metà dell’Ottocento, vi è il Museo Civico della città.

Il progetto di questo museo ha preso vita nel 1984 ed accoglie nelle sue stanze una ricca collezione di materiale di alto interesse che affonda nella storia della zona.

Dal Neolitico all’Alto Medioevo, passando per l’età del Bronzo con i rinvenimenti dell’area di Terra di Corte. Ma non mancano anche reperti di età Romana con monete ed epigrafi.

Da segnalare la sezione in cui è custodita la mostra etnografica che raccoglie testimonianze della vita contadina del luogo, con tanto di ricostruzione, a grandezza naturale, di una vecchia e umile casa da contadino.

Mobili, suppellettili, oggetti, utensili, attrezzi, tutto è ricostruito fedelmente e per qualche minuto è possibile immergersi totalmente in un’atmosfera antica e povera.

Chiesa di San Ferdinando Re

La chiesa di San Ferdinando Re è la chiesa Matrice di San Ferdinando di Puglia ed è risalente alla fine degli anni Cinquanta. Un recente restauro ha ridato smalto a questa storica chiesa.

Molto interessante da visitare poiché l’area in cui è stata costruita è la stessa dell’antica chiesa e al suo interno si respira un’aria molto raccolta e al contempo solenne.

Antica posta di San Cassano

Uno degli edifici più antichi della zona, molto bello da vedere e da visitare è senz’altro l’antica posta di San Cassano con la sua architettura sobria ed elegante.

Chiesa parrocchiale Maria SS. del Rosario

Questa chiesa risale ai primi anni del Novecento e fu un’espressa richiesta del parroco della chiesa matrice Monsignor Raffaele Lopez che per costruirla sfruttò le offerte versate ogni settimana dai fedeli.

Viene infatti chiamata dai sanferdinandesi anche “chiesa del soldo” proprio a ricordare la sua origine dovuta all’obolo. La sua costruzione richiese un ventennio: fu infatti iniziata nel 1913 e terminata nel 1933.

Cosa vedere nei dintorni: il fiume Ofanto

Nei dintorni del paese è possibile accedere al fiume Ofanto, un area che offre paesaggi di incontaminata bellezza. Si consideri che questo fiume è il più lungo del meridione, dopo il Volturno e il Basento.

Gli amanti della natura, in particolare della flora e della fauna selvaggia, troveranno qui il luogo ideale per escursioni, passeggiate e possibili osservazioni con binocoli della fauna.

Parco delle Cave di Cafiero

In contrada San Samuele, a 3 km e mezzo dall’abitato di San Ferdinando di Puglia, sorge il Parco delle Cave. Su una superficie di 8 ettari circa, mediamente a 60 metri di altezza rispetto al livello del mare, offre una meravigliosa vista su tutta la zona della bassa valle del fiume Ofanto. 

La cava ha definitivamente smesso di operare negli anni ’70 e da lì sono seguiti decenni di abbandono. Nel 2006 il Comune ha acquisito l’area facendo partire una serie di progetti di recupero e rinaturalizzazione. Oggi è una delle 11 porte di accesso al parco fluviale, e al su interno vi sono percorsi immersi nel verde alla scoperta della flora e della fauna locale. 

Eventi a San Ferdinando di Puglia

A San Ferdinando di Puglia, in pieno autunno, solitamente tra Ottobre e Novembre prende il via la famosa Fiera nazionale del carciofo mediterraneo e del prodotto ortofrutticolo.

E’ un’occasione da non perdere per il visitatore perché oltre alle nuove tecnologie della coltivazione, che può non essere materia di interesse per molti, vengono presentati anche i prodotti tipici del luogo.

Carciofi e pesche sono senza dubbio i festeggiati che vengono ricoperti dei maggiori elogi, visto che le qualità qui coltivate sono tra le più pregiate a livello nazionale.

Non a caso San Ferdinando di Puglia viene anche chiamata “la città delle pesche e dei carciofi”. Durante questo importante evento viene conferito l’ambito premio “Carciofo d’oro” al miglior espositore.

Conclusioni

San Ferdinando è molto semplice da raggiungere in auto poiché si trova in prossimità della SS16 che collega Foggia a Bari. Se siete nei paraggi, vi consigliamo di fare un salto nella vicinissima Trinitapoli, anche questa meta ricca di storia e bellezze paesaggistiche.

Abbiamo visto assieme cosa vedere a San Ferdinando di Puglia e nelle sue immediate vicinanze. Non vi resta che preparare lo zaino e partire alla volta di questa piccola cittadina pugliese che saprà sorprendervi con le bellezze del territorio e con la bontà dei prodotti tipici come pesche e carciofi.

Pronto per la partenza?

Booking.com

Informazioni sull'autore

Jack Pastrano è nato a Napoli. Travel Blogger professionista, appassionato di viaggi, cultura e territorio. Da anni si impegna per valorizzare le bellezze del territorio italiano descrivendole con cura, passione e dedizione e mettendo il suo sapere al servizio degli utenti. Ama correre, fare trekking, ascoltare musica metal e - specie nei momenti di stress - sorseggiare del buon vino.

Ti potrebbe piacere: