Cosa vedere a Pietrapertosa

La Basilicata è una regione nel cuore dell’Italia meridionale famosa per i suoi paesaggi da favola dell’entroterra e per quelli mozzafiato che si affacciano sul Mediterraneo con le località marittime.

Tra i borghi più caratteristici c’è quello di Pietrapertosa, un piccolo centro della provincia di Potenza che si sviluppa sulle Dolomiti Lucane e sembra essere uscito da un libro di fiabe. In questa guida esploreremo insieme le sue principali attrazioni, il suo patrimonio storico e culturale da non perdere.

Anche voi siete curiosi di sapere cosa rende questo borgo una delle mete imperdibili per i visitatori che vogliono conoscere meglio questa zona della Basilicata? Nelle prossime righe scopriremo cosa vedere a Pietrapertosa.

Prendete nota delle indicazioni e delle informazioni per programmare il vostro prossimo viaggio fuori porta. Incastonata come una pietra preziosa tra le colline della Basilicata, Pietrapertosa vanta una storia antica e per gli amanti dell’adrenalina un’attrazione da non perdere: il Volo dell’Angelo. Continuate a leggere questo articolo per saperne di più, buon viaggio!

Indice dei contenuti

Centro storico

Il cuore pulsante del borgo di Pietrapertosa è senza dubbio il suo centro storico, un incantevole dedalo di stradine lastricate in pietra e piccole case.

Passeggiando per le sue viuzze potrete ammirare antiche architetture, portali finemente decorati e romantici scorci. Il borgo conserva il fascino di una volta, di un tempo che non si è perso e che rivive nei suoi abitanti.

Castello Normanno-Svevo

Nella parte più alta del paese è presente una delle attrazioni più rilevanti del borgo di Pietrapertosa, il Castello Normanno-Svevo. Si tratta di un’antica costruzione difensiva nata come fortezza e costruita agli inizi dell’XI secolo in una posizione strategica per controllare il territorio circostante con una vista esclusiva sulla Valle del Basento.

Intorno al Castello si sviluppò un piccolo nucleo abitato che prese il nome di “Arabata”, il rione più antico del borgo lucano. Utilizzato prima dai saraceni, poi residenza Normanna e successivamente Sveva, oggi conserva la cinta muraria, la torre e alcuni ambienti come le celle dei prigionieri.

Chiesa di San Giacomo Maggiore

Tra gli edifici più interessanti da vedere a Pietrapertosa c’è sicuramente la Chiesa di San Giacomo Maggiore, la Chiesa Madre del paese lucano. Nata come fortezza medievale, è stata costruita intorno al 1400, durante l’epoca longobarda.

Senza dubbio è una delle costruzioni più antiche e interessanti del borgo. La chiesa, infatti, conserva al suo interno diverse testimonianze dell’arte lucana tra databili tra XV e XVIII secolo come tele e affreschi.

L’aspetto esterno conserva l’originario impianto romanico in tutta la sua imponenza nelle strutture murarie. La struttura presenta, inoltre, un campanile postumo rispetto alla Chiesa e una cripta sotterranea.

L’Arabata

Come per altri borghi lucani, anche Pietrapertosa ha il suo quartiere arabo ed è il rione più antico del paese, si chiama “L’Arabata”. Questo nome particolare deriva dalla presenza degli arabi che hanno dominato il territorio per circa cinquanta anni.

Il rione di epoca medievale si trova nella parte più alta del paese ai piedi del Castello Normanno Svevo. Questa zona si sviluppa in un dedalo di stradine in salita e scale sulle quali si affacciano piccole e antiche case contadine incastonate nelle pareti rocciose. Da questo punto la vista panoramica è fiabesca e vi conquisterà.

Volo dell’Angelo

Se si nomina Pietrapertosa non si può non pensare alla sua più famosa attrazione che attira sempre molti turisti, il Volo dell’Angelo. Castelmezzano e Pietrapertosa sono due paesi collegati tra loro grazie al Volo dell’Angelo, un vero e proprio volo (andata e ritorno) tra i due paesi della provincia di Potenza.

Agganciati ad un cavo d’acciaio sospeso tra le due vette a circa 400 metri di altezza, volare al di sopra delle Dolomiti Lucane è un’esperienza unica che vi regalerà momenti indimenticabili carichi di adrenalina da vivere da soli o condividere con amici e dolce metà.

Se amate l’avventura e desiderate ammirare la natura di questo meraviglioso territorio da una prospettiva unica e diversa dal solito, visitate questo sito web per prenotare il vostro Volo dell’Angelo.

Nei dintorni di Pietrapertosa

Nelle vicinanze del borgo di Pietrapertosa ci sono diverse località da non perdere. Potete visitare il borgo di Castelmezzano, collegato a Pietrapertosa per via dell’emozionante Volo dell’Angelo. Si tratta di uno dei borghi più belli della Basilicata che vanta panorami mozzafiato, un’ottima cucina locale e un’antica storia.

Il paese di Pietrapertosa si trova all’interno del Parco di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane. Se amate la natura e volete scoprire i fantastici territori di questa zona della Basilicata, non potete non visitare questo parco che si estende per quasi 30 mila ettari tra la provincia di Potenza e quella di Matera. 

Questo parco naturale vanta una splendida varietà di fauna e flora. Numerosi i sentieri per chi è appassionato di trekking e vuole avventurarsi in lunghe camminate. A poca distanza da Pietrapertosa, inoltre, sorgono i borghi di Melfi e Acerenza.

Come raggiungere Pietrapertosa

Ora che avete tutte le informazioni necessarie per esplorare Pietrapertosa e i suoi dintorni, non vi resta che programmare il vostro prossimo viaggio verso la Basilicata. Per raggiungere Pietrapertosa vi basterà partire con la vostra auto dalla città di Potenza e passare per SP della Camastra/SP32 percorrendo circa 51,7 chilometri.

Purtroppo, non ci sono soluzioni dirette con i mezzi pubblici e se non avete a disposizione un’auto dovrete necessariamente optare per la combinazione autobus-taxi per raggiungere la vostra destinazione.

Viaggiate in autobus da Potenza a Bivio Campomaggiore (tratta Potenza-Matera) e da qui spostatevi con il taxi per raggiungere il centro del borgo. Per maggiori informazioni cliccate qui.

Immagine di copertina: Teodoro Corbo, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons

Dove dormire a Pietrapertosa

 

Informazioni sull'autore

Jack Pastrano è nato a Napoli. Travel Blogger professionista, appassionato di viaggi, cultura e territorio. Da anni si impegna per valorizzare le bellezze del territorio italiano descrivendole con cura, passione e dedizione e mettendo il suo sapere al servizio degli utenti. Ama correre, fare trekking, ascoltare musica metal e - specie nei momenti di stress - sorseggiare del buon vino.

Da non perdere nei dintorni di Pietrapertosa