Cosa vedere a Lizzanello

La Provincia di Lecce è molto ampia e vanta al suo interno oltre cento comuni. Ognuno di questi è una perla unica e rara, ricca di storia e tradizioni da raccontare. Ecco perché oggi partiremo per un viaggio virtuale alla scoperta proprio di uno di questi borghi, scoprendo assieme cosa vedere a Lizzanello e nelle sue immediate vicinanze.

Lizzanello è un piccolo comune di poco più di diecimila abitanti, a sei chilometri da Lecce, verso sud e comprende al suo interno anche la piccola frazione di Merine che dista solamente 2km. Non si tratta di un comune che affaccia direttamente sul mare, ma presenta comunque al suo interne diverse bellezze paesaggistiche e architettoniche degne di nota. Lizzanello, inoltre, si trova proprio a ridosso di Cavallino, altro comune del Salento che merita una visita approfondita.

Come tutte le località della Puglia e del Salento, anche questo piccolo borgo offre motivi d’interesse per il turista che voglia passare una giornata ad ammirare architetture del passato in borghi ricchi di storia o a gustare piatti e vini tipici in tranquillità.

Indice dei contenuti

Palazzo Baronale Paladini

Palazzo Baronale di lizzanello
Torre del Palazzo Baronale Paladini di Lizzanello
Lupiae, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons

Testimonianza del periodo medievale è il Palazzo baronale Paladini, risalente al XV secolo e costruito inizialmente come castello. Un centinaio di anni dopo viene trasformato in residenza nobiliare da Giovanni Paladini, da cui da quel momento prende il nome. Viene poi continuamente modificato con aggiunte o rifacimenti, col risultato di un’architettura non uniforme e frutto del gusto e delle esigenze di epoche molto diverse.

L’unica parte che si può far risalire all’epoca più antica è una torre cilindrica, costruita in pietra leccese. All’interno troviamo lo stemma della famiglia Paladini, diviso in quattro parti con gigli rossi in campo bianco e bianchi in campo rosso.

I maggiori cambiamenti avvengono nell’Ottocento, quando sia la facciata del palazzo che il giardino vengono rifatti in stile neoclassico. Gli ultimi proprietari furono i Lotti di Napoli, che proprio nella città campana trasferirono mano a mano tutte le opere d’arte, per conservarle o per venderle. La struttura comprendeva anche due cappelle, ormai scomparse. Rimane tuttavia un caratteristico frantoio sotterraneo, o ipogeo, tipico della zona.

Chiesa di San Lorenzo Nuovo

La principale chiesa di Lizzanello è la Chiesa di San Lorenzo Nuovo, costruita nella seconda metà del Cinquecento, probabilmente su una struttura religiosa pre esistente della quale però non ci rimane nulla.

Recenti lavori di pulitura hanno riportato alla luce una data, quella del 1547, e una scritta, che testimonia come in origine la chiesa fosse intitolata a Santa Maria della Pietà. La consacrazione a San Lorenzo avvenne nell’Ottocento, quando la chiesa romanica di San Lorenzo crollò.

Di questa antica costruzione rimangono pochi resti poco fuori dal centro abitato. Risaliva all’anno 1000, aveva tre navate ed era costruita con pietre per la maggioranza non tagliate. Non ne rimane quasi più nulla.

Tornando alla chiesa di San Lorenzo Nuovo, nei secoli successivi viene ampliata, con la costruzione delle due cappelle di Sant’Anna, che prese il nome di Cappella di San Giuseppe, e della Vergine del Rosario. L’altare di quest’ultima riporta la data dell’anno 1700, mentre quello della cappella di Sant’Anna probabilmente è di trenta o quarant’anni più tardi.

Sempre del Settecento è la facciata principale che si può ammirare oggi, con ai lati due torri campanarie.

Cappella dell’Annunziata

Cappella dell'Annunziata Lizzanello
Cappella dell’Annunziata Lizzanello –

Altre chiese di un certo interesse per gli appassionati di architettura religiosa sono la Cappella dell’Immacolata, costruita fra il Seicento e il Settecento; la più antica Cappella dell’Annunziata, costruita nel 1500 su ordine del conte Francesco Paladini, il cui stemma è presente all’interno.

La struttura è composta da una facciata estremamente semplice con una piccola finestra centrale, proprio in corrispondenza dell’ingresso alla cappella stessa. L’interno della cappello è anch’esso molto semplice ed ospita un altare con sopra di esso un quadro rappresentante proprio l’Annunziata.

Frazione di Merine

Palazzo Baronale di Merine
Palazzo Baronale di Merine – Lupiae, CC BY-SA 3.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0, via Wikimedia Commons

A pochissimi km da Lizzanello, precisamente 2, sorge la piccola frazione di Merine che, se vi trovate a Lizzanello, vale certamente una visita. Qui troverete pace e tranquillità e potrete fare una piccola passeggiata in un angolo di Salento davvero caratteristico e lontano dalle mete turistiche più affollate, soprattutto durante il periodo estivo.

Anche la frazione di Merine, per quanto piccola, presenta alcune cose da vedere, tra queste vi è senza dubbio il Palazzo Baronale che, come per Lizzanello, rappresenta un punto di interesse degno di nota.

Nei dintorni di Lizzanello: escursioni nella Valle della Cupa

Lizzanello è uno dei centri della Valle della Cupa, luogo notevole per i ritrovamenti preistorici fatti negli anni. Questa area venne nei secoli passati  abitata dai Messapi, popolazione che a lungo dominò la zona e che non si sottomise mai completamente al dominio romano; riuscì a mantenere una propria indipendenza dall’Impero, essendone talvolta alleato e altre volte nemico.

La valle venne definita ‘Tivoli dei leccesi’. Il terreno fertile e la poca distanza dalla città ne fecero una meta molto ambita, e molti nobili e possidenti leccesi fecero costruire qui una delle loro residenze, come una sorta di ritrovo di villeggiatura per le persone più ricche e influenti. Si tratta di ville magnifiche, la maggioranza di epoca settecentesca, che sorgono inaspettatamente magari all’uscita di un bosco o dietro un’altura. Purtroppo, molte sono state abbandonate dai loro proprietari e anche quelle divenute di proprietà pubblica, come la meravigliosa Villa Melloni, sono in cattive condizioni e non visitabili.

Oggi, è possibile percorrere i sentieri della valle in mountain bike o seguire appositi percorsi e visite guidate, alla scoperta di ville, masserie fortificate, resti di strade a volte risalenti all’epoca romana. Lizzanello, infine, si trova vicino ad altri comuni salentini interessanti come Lequile, Caprarica di Lecce e Calimera. Se preferite il mare, invece, potrete raggiungere San Foca, Torre dell’Orso o dalla parte opposta Gallipoli, Sant’Isidoro e Torre Lapillo.

Feste e gastronomia a Lizzanello

La cucina di Lizzanello è la cucina della Puglia e del Salento, una cucina ricca di sapori semplici ma forti, legati alla terra, al sole, all’aria del mare che purifica. Vediamo nel dettaglio cosa mangiare a Lizzanello di tipico e gustoso.

Fra i piatti tipici, segnaliamo le tradizionali friselle, cioè dischi di pane croccante, che vengono poi ammorbiditi con acqua e conditi con olio, pomodori, a volte anche aglio o salumi. 

Parlando di salumi e carne, citiamo i turcinelli, o turcinieddhi, involtini a base di fegato, interiora di agnello, di capra o di altri animali ma anche cuore, fegato, polmoni, milza. Si cuociono alla brace e vengono insaporiti con prezzemolo e spezie.

Principale festa di Lizzanello è la Sagra del Patrono, il 10 agosto, con celebrazioni religiose e manifestazioni fieristiche e commerciali. Molto importante anche la Festa dell’Immacolata, l’8 dicembre, con mercati già a tema natalizio.

Lizzanello: origini e storia

La zona di Lizzanello venne abitata già in epoca preistorica. Alcuni ritrovamenti fanno sì che si possa essere ragionevolmente certi che i primi abitanti di Lizzanello risalgono all’Eta del Bronzo, cioè fra il 3000 e il 600 avanti Cristo. Non abbiamo però reperti o resti di costruzioni di epoca romana, il che fa pensare che all’epoca si trattasse di una zona di campagna o foresta poco abitata, non lontana dall’importante centro di Lupiae, l’antico nome di Lecce.

La storia di Lizzanello comincia intorno al 1200; probabilmente è stata fondata da qualcuno che cercava scampo nelle campagne cercando riparo dalle incursioni degli eserciti che arrivavano da Nord. Per esempio, nel 1210 Lecce venne devastata dagli eserciti di Ottone di Sassonia, e secondo alcuni storici furono proprio alcuni di coloro che fuggivano da Lecce a formare il primo nucleo della città. A favore di questa ipotesi anche lo stemma della città, che raffigura una lupa, così simile a quello del capoluogo.

In ogni modo, data la vicinanza, la storia di Lizzanello fu sempre molto legata a quella di Lecce, e il borgo fu proprietà di diversi nobili leccesi nel corso dei secoli.

Come raggiungere Lizzanello

Prima di salutarvi, è bene mostrarvi nel dettaglio come arrivare a Lizzanello partendo dal suo capoluogo di provincia, vale a dire Lecce. Lizzanello sorge a pochissimi km di distanza da Lecce ed il percorso in autovettura è decisamente la scelta più breve che vi permetterà di giungere a destinazione in circa 10 minuti.

In auto, va percorsa la SP241 che conduce a Lizzanello in 12 minuti coprendo una distanza di 7,7km totali. In alternativa, si può pensare di passare prima dalla piccola frazione di Merine, per poi arrivare a Lizzanello. Dipende sostanzialmente da che itinerario intendete percorrere.

Per raggiungere Lizzanello utilizzando i mezzi pubblici, è possibile affidarsi alle linee Cotrap gestite da Elios Autolinee S.r.l. In particolare è possibile prendere la Linea 599 che conduce a Lizzanello nel giro di circa 10 minuti. Per ulteriori dettagli su costi e orari, vi consigliamo di visitare direttamente il sito delle biglietterie Cotrap.

Dove dormire a Lizzanello

Booking.com

Informazioni sull'autore

Jack Pastrano è nato a Napoli. Travel Blogger professionista, appassionato di viaggi, cultura e territorio. Da anni si impegna per valorizzare le bellezze del territorio italiano descrivendole con cura, passione e dedizione e mettendo il suo sapere al servizio degli utenti. Ama correre, fare trekking, ascoltare musica metal e - specie nei momenti di stress - sorseggiare del buon vino.

Da non perdere nei dintorni di Lizzanello